Poiché Ottobre perde e’ fiori e le foglie

R: cc. 194r-194v
V: cc. 43r-43v

Poiché Ottobre perde e’ fiori e le foglie
che gliele vinse a scachi Aprile e Maggio;
Biagio ne prese tanto grande oltraggio
che mai non hebbe pace con la moglie.

E le lumache nascoson le spoglie
perch’un mulin fe’ voto in un Maggio
di non mangiar Quaresima formaggio
se Giunon partoriva senza doglie.

Mercurio tosò a Bacco e’ nipitigli
e fecene due ale alle calcagna
per metter nella rete e’ fegatigli.

Oggi la gente s’è fatta sì taccagna
che spesso s’affibbian senza uchiegli
molti botton, come scrive l’Orcagna.

Chi studia nella Magna
di lençimanne torna Ser Margotte
e può sudare el dì come la notte.

2 a schachi] a fluxo
3 Biagio] Giove
5 nascoson] lascioron
6 noto] boto
9 nipitigli] nipitelli
10 ale] alie
11 per… nella] per giugner con le
12 oggi] onde
13 s’affibbian] ci si affibbia | uchiegli] ucchielli
14 molti] di stran


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.