“Hai tu inteso? E’ ci è nuove di Soria!”

R: non presente
V: cc. 44v-45r

“Hai tu inteso? E’ ci è nuove di Soria!
Dicon ch’el Papa ha dato un gran vechione.”
“Dove?” “A chi credi? Al Duca Borgognone.”
“O di qua l’è pichiata, in fede mia”

“E’ ci è di novelle ancor di Lombardia:
el Turco s’è appiccato con Usone”
“Quanti n’ha morti?” “Più d’un milione”
“Ell’è cazata grande, ella si sa!”

“Dianzi mi disse a me un della peza
ch’a Genova scoperto era un trattato.”
Carboncel venga lor, che sia la seza.”

“È stato alcun di noi oggi in mercato.”
“Che c’è?” “Un furto horrevol da caveça.”[1]
“Che diavol è?” “Doman fie palesato.”

“El grano è rincarato,
io lo intesi ora” “Lasciagli pur fare,
ch’al lor dispetto egli ha presto a calare”

[1] I vv. 12-13 sono stati aggiunti in margine da Braccesi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.